La “Gran Galleria” della Reggia di Caserta

Feb 1, 2024

La “Gran Galleria” della Reggia di Caserta riapre al pubblico. Il 29 Febbraio ci sarà l’inaugurazione dell’ala ovest del Palazzo Reale della Reggia di Caserta.

La Reggia di Caserta è un magnifico e vasto palazzo situato a Caserta, in Italia. Carlo VII di Borbone volle il palazzo ed affido la progettazione al famoso architetto Luigi Vanvitelli. La costruzione iniziò nel 1752 e fu completata nel 1847, molto tempo dopo la morte di Vanvitelli, sotto la supervisione del figlio Carlo.

La Gran Galleria è una delle caratteristiche più notevoli del Palazzo Reale. Si tratta di una grande galleria che collega il corpo principale del palazzo al Palazzo Reale, creando un collegamento tra le aree pubbliche e private del complesso. La galleria è lunga circa 80 metri ed è ornata da splendidi affreschi e sculture.

Uno degli aspetti degni di nota della Gran Galleria è il suo design illusionistico, che crea l’impressione di essere molto più lunga di quanto non sia in realtà. Il soffitto è decorato con affreschi di artisti come Gaetano Salomone e Gennaro Maldarelli, raffiguranti scene della vita dei re Borbone.

La Reggia di Caserta, inclusa la Gran Galleria, è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO ed è spesso considerata uno degli esempi più significativi di architettura barocca. Il palazzo e i suoi ampi giardini sono aperti al pubblico, consentendo ai visitatori di esplorare la ricca storia e la grandiosità di questo capolavoro architettonico.

l prossimo 29 febbraio alle ore 11.30 ci sarà l’inaugurazione dei nuovi spazi dell’ala ovest del Palazzo reale della Reggia di Caserta. Una tappa molto importante per l’Istituto che apre alla comunità dal 1° marzo circa 3000 metri quadri di area museale. La Reggia di Caserta ha recuperato gli ambienti della Gran Galleria restituiti dalla Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare.

Nel corso dell’incontro nei neonati spazi del Museo i responsabili dell’Istituto illustreranno il programma dell’appuntamento conclusivo delle Celebrazioni vanvitelliane, due giorni di studio e approfondimento che si terranno l’1 e 2 marzo sul “Cantiere dei cantieri”. Per l’occasione, inoltre, il Museo ha scelto di dedicare l’inaugurazione alla prospettiva dell’opera dell’architetto con una mostra fotografica: “Visioni” di Luciano D’Inverno e Luciano Romano. Presenteranno infine, anche il nuovo Centro di documentazione “Luigi Vanvitelli”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi altre news

L’INSULA DEI CASTI AMANTI

L’INSULA DEI CASTI AMANTI

L’Insula dei Casti Amanti si prepara ad accogliere gli appassionati di archeologia e storia con un percorso sopraelevato che permetterà una vista unica sull’intero isolato e sulle attività di scavo e restauro in corso. Il nuovo itinerario porta alla scoperta delle...

leggi tutto
Maggio dei Monumenti 2024

Maggio dei Monumenti 2024

Maggio dei Monumenti 2024 a Napoli: aperture gratuite e straordinarie di Palazzi, siti e Circoli Con più di 300 eventi torna la storica manifestazione del Maggio dei Monumenti, la cui 30esima edizione è dedicata al tema “Le acque di Napoli”: dal 3 maggio al 2...

leggi tutto
Nuovi ritrovamenti a Pompei su guerra di Troia

Nuovi ritrovamenti a Pompei su guerra di Troia

Nuovi ritrovamenti a Pompei su guerra di Troia con figure mitologiche. Nei saloni di una casa romana a Pompei nuovi scavi effettuati. Le opere sono state portate alla luce in quasi perfetto stato. Più di 13mila gli ambienti finora scoperti negli scavi. Nei nuovi scavi...

leggi tutto